Ana Carolina, Finalista di “Bright Young Things Take Hackney”

02 October 2018
Dialogo con Amy White, Vice Presidente di Brand + Communications presso Avery Dennison e Mactac Europe
Abbiate pazienza, ignorate le persone negative, siate tenaci, continuate a imparare e alla fine avrete ciò che serve per avere successo.

Amy - Parliamo un po’ di te - Cosa ti ha ispirato a partecipare al concorso Mactac Bright Young things Competition su artsthread.com?

Ana - Il mio amore per i graffiti e i murales. Sono ossessionata dalle pareti, ecco perché mi sono iscritta.

 

Amy - Puoi spiegarci cosa c’è dietro al tuo design originale?

Ana - Il tema del mio design originale è ciò che dovresti o non dovresti portare in un viaggio zaino in spalla.

I motivi presenti nella stampa sono i miei articoli irrinunciabili e quelli insoliti di un’amica un po’ pazza: ad esempio un taser travestito da iphone 4 e uno spray al peperoncino.

 
 
 

Amy - Come hai trovato la prima fase della gara, quando ci siamo incontrati tutti a Hackney?

A
na - Adoro tutto ciò che ha a che fare con i murales, quindi per me è stato emozionante imparare come viene eseguito il wrapping di un edificio. E provare la mia versione personale del wrapping!

 

 

Ho avuto la fortuna di fare amicizia con gli altri designer (finalisti) e abbiamo deciso di collaborare in altri progetti. Hanno moltissimo talento e credo in ciò che fanno. Mi sento soddisfatta di essermi fatta degli amici in un ambiente così competitivo.

Amy - Hai appena lanciato la collezione di debutto per il tuo nuovo brand di moda West Carolina. Come è stata l’esperienza della creazione di West Carolina nell’ultimo mese?

Ana - È stata un’esperienza allo stesso tempo intensa, impegnativa e gratificante. Tutto è stato studiato meticolosamente, dai cartellini alle etichette degli abiti, alle vetrine, ai vestiti stessi, i tessuti e l’intera ambientazione del negozio pop up. Ho dovuto gestire moltissime cose, lanciarmi nel multitasking e prendere decisioni importanti. Non molto tempo fa avevo un lavoro part-time in tutt’altro settore, ora gestisco un team di 5 persone. Inoltre, vivevo fuori Londra, lo studio è nel southwest, il negozio è nell’east, quindi andavo molto da una parte all’altra della città. Immagino che la mia abilità da backpacker mi sia stata di grande aiuto. È come vivere una vita da nomade mentre costruisci un’azienda.

 

Amy - Abbiamo apprezzato moltissimo il fatto che la grande rivelazione del concorso e il lancio del tuo negozio pop up siano stati coordinati nella stessa serata. Puoi descrivere le emozioni della serata di apertura?

A
na - La serata di apertura è stata un sogno che diventava realtà. Vedere i risultati di tutto quel gran lavoro. Ho avuto un flashback del mio percorso. Tutto quello che ho passato per arrivare a quel punto, gli sforzi e le notti in bianco... ne è valsa davvero la pena. L’aiuto di Avery Dennison e Mactac è stato importantissimo per dare vita alla mia vision.

 

 

Amy - Guardando ora al futuro - Quali sono le tue aspirazioni per West Carolina?

A
na - Desidero che West Carolina sia un brand che illumina il mondo con motivi e colori audaci. Tutto questo tramite abiti, mobili, opere d’arte. L’idea è che sia un negozio online, che faccia spedizioni in tutto il mondo, aprendo di tanto in tanto dei negozi pop up. Intendo anche continuare a collaborare con gli altri artisti e ispirare altre persone a realizzare il loro sogno creativo. Mi impegno fino in fondo con West Carolina per dimostrare alla gente che tutti ce la possono fare se ci si mettono. In futuro offrirò coaching e workshop a tutti coloro che desiderano cambiare percorso o avviare un’attività creativa.

 

Amy - Che consiglio daresti agli altri laureati che desiderano lanciare i loro brand?

Ana - Siate coraggiosi e provateci. Non c’è mai stato un momento migliore di questo per lanciare un brand, grazie ai vantaggi legati ai social media. Puoi saltare alcuni passaggi e raggiungere direttamente il consumatore senza dover essere messo alla prova dal settore.

Detto questo, ci sono moltissimi sacrifici da fare. Innanzitutto devi sapere se sei disposto a fare ciò che occorre per arrivare alla meta. Non è affatto facile. Bisogna dare sangue, sudore e lacrime. Devi lavorare fino a tardi mentre i tuoi amici sono al pub, rinunciare alle belle giornate al parco e a moltissimi altri divertimenti e comodità. Se ami ciò che fai, è molto gratificante.

Il mio consiglio è quello di avere un lavoro part-time all’inizio, o perfino un lavoro a tempo pieno da svolgere fino a quando non potrete lasciarlo. Abbiate pazienza, ignorate le persone negative, siate tenaci, continuate a imparare e alla fine avrete ciò che serve per avere successo.